I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Regolamento d'istituto - Titolo III - Insegnanti - Diritti e Doveri

TITOLO III

INSEGNANTI - DIRITTI E DOVERI

ART. 63

I diritti e i doveri degli insegnanti sono stabiliti dalle leggi, dal CCNL vigente, dalle ordinanze e dalle circolari.

ART. 64

1 - Gli insegnanti devono essere in aula 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni.

2 - Gli insegnanti che iniziano la giornata lavorativa nelle ore successive devono essere presenti a scuola 5 minuti prima dell’inizio della loro lezione.

3 - In caso di assenza per malattia, o legittimo ed imprevedibile impedimento, l’insegnante ha l’obbligo di avvisare la scuola, tramite la segreteria del personale, entro le ore 7,50, qualsiasi sia l’ora di inizio del servizio, precisando anche la dura­ta dell’assenza.

ART. 65

1 - Gli insegnanti sono tenuti a presentare le domande di congedo al Dirigente esclusivamente tramite l’Ufficio del Personale.

2 - Tutte le richieste di congedo per motivi di salute devono essere sempre documentate immediatamente con certificato medico secondo la normativa vigente.

3 - Le domande di congedo per gravi motivi di famiglia, o per altri gravi motivi, devono essere inoltrate con congruo anticipo e documentate opportu­namente.

4 - L’assenza per motivi di famiglia dovrà essere preventivamente autoriz­zata dal Dirigente, e solo dal Dirigente, con decreto di congedo.

ART. 66

I rapporti con la Segreteria debbono svolgersi solo tramite l’Ufficio del Personale, attraverso lo sportello e nelle ore stabilite. Gli insegnanti non possono entrare negli uffici in assenza del personale preposto.

ART. 67

1 - Le “disposizioni” fanno parte integrante degli obblighi di servizio e pertanto gli insegnanti a disposizione debbono essere reperibili, per tutta l’ora, dall’Ufficio di Dirigenza nell’ambito dell’Istituto, preferibilmente in sala Professori. Le ore a disposizione, qualora non impegnate per supplenze, possono essere utilizzate per attività di recupero, biblioteca, insegnamento alternativo alla religione cattolica, ecc.

2 - L’insegnante che sostituisce il collega assente deve specificare sul diario di classe l’attività svolta.

ART. 68

1 - Gli insegnanti debbono programmare l’attività didattica, anche giornaliera, presentandosi in classe con tutto l’occorrente.

2 - Non possono abbandonare l’aula durante le lezioni neanche per un breve periodo. Nei casi di assoluta ed improrogabile necessità incaricheranno della vigilanza il personale ausiliario.

3 - Non possono servirsi degli studenti per far prendere oggetti nel proprio cassetto o per qualsiasi altra incombenza.

4 - Non possono ricevere persone durante le ore di lezione né ricevere telefonate se non nei casi di comunicazioni urgenti ed indilazionabili di carattere familiare.

ART. 69

1 - Il cambio di insegnante tra un’ora e l’altra deve avvenire nel più breve tempo possibile senza indugiare nei corridoi o per le sca­le.

2 - L’insegnante che termina la lezione, se non deve recarsi in un’altra aula, deve attendere il collega in classe.

3 - Non deve essere consentito agli studenti di spostarsi e attardarsi nei corridoi al termine della lezione.

4 - Gli studenti possono uscire per recarsi al bagno solo durante gli intervalli o in caso di necessità, previa autorizzazione del docente.

5 - Durante la ricreazione l’insegnante dell’ora precedente (terza e quinta ora)dovrà rimanere in classe, e/o eventualmente nel corridoio, e vigilare sugli allievi.

6 - L’insegnante che dovrà utilizzare un laboratorio, palestra, ecc. è tenuto a rilevare gli allievi nella classe e ad accompagnarli nell’aula speciale. In nes­sun caso è consentito agli insegnanti attendere che gli studenti giungano senza guida nei laboratori, ecc.

7 - Al termine delle lezioni gli insegnanti accompagnano gli studenti in ordine fino all’uscita dalla scuola.

ART. 70

1 - Durante le assemblee di classe gli insegnanti devono rimanere in prossimità dell’aula o nell’aula stessa e vigilare sugli allievi. Durante le assemblee di Istituto devono essere presenti nel luogo dell’assemblea o vigilare nelle aule e nei corridoi.

2 - In caso di assenza collettiva, gite, ecc., le lezioni proseguiranno anche con la presenza di un solo studente. Gli insegnanti avranno cura che gli allievi presenti traggano profitto dalla frequenza e che si sentano bene accetti.

ART. 71

1 - L’uso della fotocopiatrice viene disposto dal Dirigente in relazione alla disponibilità delle tecnologie e delle macchine.

2 - Le fotocopie di testi sono sottoposte ai limiti posti dal­la legge e pertanto chi le fa se ne assume la responsabilità.

ART. 72

I programmi usati nei computer devono avere la licenza d’uso: perciò nessuno può utilizzare materiale informatico non consentito.

ART. 73

1 - Durante le esercitazioni di laboratorio con l’intera classe devono essere sempre presenti due insegnanti.

2 - La classe può essere articolata in gruppi con la presenza di un solo insegnante per gruppo.

3 - I professori debbono, inoltre, rispettare i regolamenti di accesso e di uso dei diversi laboratori, nonché compilare il registro delle presenze. In caso di rottura di apparecchiature, strumenti od altro debbono avvisare immediatamente per iscritto il Dirigente. Al termine delle esercitazioni il materiale e gli attrezzi utilizzati vanno controllati e riposti.

4 - L’aiutante tecnico ed il direttore del laboratorio sono personalmente responsabili.

ART. 74

1 - I compiti scritti, non appena visionati dagli studenti, debbono essere consegnati al Dirigente insieme agli obiettivi della valutazione, ai criteri adottati nella correzione e con la classificazione in decimi. I voti sia dello scritto che dell’orale devono essere sempre comunicati alle famiglie tramite il registro elettronico.

2 - La correzione degli elaborati deve avvenire tempestivamente. Le prove vanno equamente distribuite nei due periodi valutativi e devono fare riferimento alle unità didattiche svolte.





ART. 75

1 - Difficoltà didattiche nello svolgimento del programma, nelle verifiche o nel comportamento degli studenti vanno tempestivamente comunicate al coordinatore di classe.

2 - Le famiglie vanno informate sul disagio degli studenti tramite il coor­dinatore di classe.

3 - Il ricevimento dei genitori deve avvenire solo nelle ore stabilite previo appuntamento tramite registro elettronico o direttamente per tramite degli studenti.

4 - I colloqui terminano il primo sabato di maggio. Dopo tale data i genito­ri possono rivolgersi solo al Dirigente.

Allegati:
Scarica questo file (Regolamento d'istituto.pdf)Regolamento d'istituto.pdf[ ]253 kB